Currently browsing category

Idee e Teorie, Page 2

dettaglio statua

Fissità

Una considerazione sulla “fissità”, che sicuramente sarà stata già ampiamente sviluppata anche in un qualche modello psicoterapeutico occidentale. Nel modello taoista si dice che la vita è cambiamento e in definitiva qualunque malattia deriva da una stasi. La stasi è un blocco, il freddo è ciò che blocca il movimento, la paura è il sentimento collegato a freddo e blocco. Tutto questo si può manifestare in varie modalità.. una di queste è – anche – attraverso pensieri e parole. Secondo J. Yuen ogni pensiero trasporta yuan qi, quindi quando pensiamo qualcosa consumiamo/utilizziamo yuan qi in quel pensiero, ci mettiamo dell’energia. Se è vero, come accennato in alcuni post precedenti, che la parola “crea”, allora non hanno tutti i torti coloro che ad esempio, occupandosi di PNL, si preoccupano di ridefinire il modo in cui pensiamo e ci esprimiamo, perchè questo cambia la nostra realtà. C’è un linguaggio più “appropriato” che …

lettere e nomi

La rettificazione dei Nomi

Nella corrente confuciana e non solo, ricorre l’idea di “rettificare i nomi” e far sì cioè che i nomi che si danno alle cose aderiscano alla realtà. Il nominare, come ho scritto in altre occasioni, mi sembra strettamente legato al “creare”. Nella Bibbia, dopo l’atto creativo, che è separazione, Yahweh “nomina” ciò che ha creato, e chiama gli oggetti della sua creazione, ad es. chiama la luce (“e la luce fu”). Quindi da un lato abbiamo l’idea di chi crede (come Confucio) che sia possibile migliorare la conoscenza umana della realtà, perfezionando i nomi e facendoli aderire, seguire la forma delle cose. Dall’altro abbiamo, come Xun Zi, chi crede che i nomi siano delle convenzioni, e che tuttavia devono essere ben condivise e rettificate perchè senza convenzioni ci sarebbe il caos. E poi abbiamo i taoisti che dicono che il nominare è limitare, quindi non potremo mai sapere quale corrispondenza c’è …

tao te ching

Speculazioni sul Dao De Jing – 2

Continuo a scrivere qualche considerazione su alcuni brani del Dao De Jing che mi hanno incuriosito, dopo un primo articolo che ho scritto qualche giorno fa. Innanzitutto ringrazio vivamente il curatore della traduzione del LaoZi che sto leggendo, S.A Sabbadini, per aver risposto con disponibilità ed entusiasmo alla mia richiesta via email di dare una lettura a quello che ho scritto qui, per capire se faccio voli di fantasia troppo azzardati nelle mie speculazioni, prive di una formazione specifica nell’ambito linguistico. Nel capitolo 70 della mia copia del LaoZi si legge: “Le mie parole sono molto facili da capire e molto facili da mettere in pratica. Ma nel mondo nessuno è capace di capirle e nessuno è capace di metterle in pratica. Le mie parole hanno antenati, le mie azioni hanno maestri. Ma la gente non capisce questo, perciò non mi capisce. Coloro che mi capiscono sono rari, Coloro che …

tao te ching

Speculazioni sul Dao De Jing

Leggendo una versione del Dao De Jing (o Tao Te Ching che dir si voglia) mi sono imbattuto in alcune traduzioni che mi hanno fatto riflettere. La versione che sto leggendo è quella secondo me molto ben fatta a cura di A.S. Sabbadini, edizioni URRA. Questa edizione ha due pregi: confronta la traduzione utilizzata nel testo con quelle di altri traduttori ben noti, laddove ci siano sostanziali differenze nell’interpretazione. Inoltre, alla fine di ogni capitolo sono riportati i versi ideogramma per ideogramma, con relative possibili traduzioni per ogni carattere. Veniamo a noi. Nel capitolo 55 il testo viene tradotto come segue: “Colui che contiene la pienezza della virtù è simile ad un neonato […]Conoscere l’armonia è conoscere l’eterno conoscere l’eterno è illuminazione. Accrescere la vitalità è nefasto. Il controllo della mente sul respiro è forzatura. Gil esseri giungono al culmine della forza, poi declinano. Diciamo questo ‘non il Dao’: ‘non …

Test per la Tipologia in Medicina Cinese

Già qualche tempo fa avevo proposto un test per individuare la tipologia secondo i Cinque Movimenti. Si trattava di un test scritto, peraltro abbastanza complesso e (ahimè ho notato) non molto affidabile (link al vecchio test). Ora però ho messo a punto un nuovo test più facile e GRAFICO, rapido da compilare e molto più affidabile. Inoltre è un test molto in linea con la tradizione, perchè offre dei riferimenti FISICI, come la forma delle mani e delle dita, per individuare la tipologia della persona. Aggiornamento 2014: Ora c’è anche un nuovo-nuovo test 🙂 ancora più semplice e grafico, lo trovate cliccando qui Uso quotidianamente l’osservazione della mano come indicazione per la tipologia e devo dire che mi sembra molto utile e affidabile. Ci si potrebbe chiedere: perchè proprio la mano è così legata alla tipologia dei 5 movimenti? Beh, ci sono diverse possibili risposte, le prime che mi vengono …

Emozioni, espressioni facciali e medicina cinese

Recentemente ho letto “Emotions Revealed”, di Paul Ekman, direi il maggior esperto in espressioni facciali emotive. Ho seguito anche un suo percorso di addestramento nel riconoscimento delle espressioni facciali davvero molto interessante e credo utile. Riporto qui alcune considerazioni che ho fatto alla lettura del libro di Ekman, sulla base delle mie conoscenze in medicina cinese (gli ho scritto anche una email in proposito, chissà se risponderà 🙂 ). In particolare, nella disquisizione sulle emozioni, Ekman esamina i cosiddetti “trigger” specifici per ognuna delle emozioni universali. Torniamo un attimo indietro: molti ricercatori nell’ambito della psicofisiologia delle emozioni ritengono che vi siano alcune emozioni “universali” ovvero che tutti gli uomini, di qualunque età, razza e provenienza sociale e geografica esprimono allo stesso modo, perciò un linguaggio emotivo “innato”. Secondo Ekman sono 7 le espressioni emotive universali: tristezza, rabbia, paura, gioia, disgusto, sorpresa e disprezzo. Interessante, sin d’ora, notare che Ekman fa …

Le Fasi della Vita

A seguito di una discussione in cui si parlava di alcune caratteristiche delle tipologie individuali in medicina cinese, mi sono tornate in mente alcune interessanti osservazioni che avevo sentito dal Prof. Di Stanislao in merito alle fasi della vita, e vorrei condividerle.  Per tutti coloro che leggono questo post e non hanno familiarità con le tipologie e i 5 movimenti, rimando alla lettura dei relativi articoli (Acqua, Legno, Fuoco, Terra , Metallo) L’ACQUA è il bambino appena nato: ha una forte spinta individuale, vuole tutto per sè, prende il nutrimento dagli altri, in particolare dalla mamma. Per quanto sembri sicuro di sè è estremamente bisognoso, si definisce sulla base degli altri. Il suo obiettivo è ESSERE. La sua caratteristica è anche la sfida che nella vita deve vincere un tipo acqua: essere definito come persona, essere se stesso, essere una persona e non un personaggio, una maschera mutevole o qualcuno …

La tipologia.. dei massaggiatori

Spesso in medicina cinese si parla di tipologia individuale nel contesto della diagnosi di un potenziale “paziente” o soggetto che viene osservato. Mi sono chiesto, a questo proposito, cosa accade cambiando prospettiva, ovvero come la tipologia individuale del terapista influenza il trattamento che viene svolto. Appunto qui qualche riflessione in proposito. Mi è capitato di pensare a queste cose notando che a volte i miei trattamenti suscitano reazioni repentine e che mi trovo facilmente in sintonia (durante il trattamento) con soggetti “legno“. Comprensibile, visto che tipologicamente io ho molti aspetti “legno“. Guardando le cose sotto un’altro inquadramento tipologico, però, quello relativo agli assi energetici, ho notato come, mentre io tendo a indurre “cambi di rotta” e a disperdere (sono un tipo shao yang), credo che Simone, il mio collega, tenda a “far evolvere” e a tonificare (è un tai yin). Allora forse: – è più utile rivolgersi ad un terapista …