Wei Mai, Qiao Mai e Spazio / Tempo

Spesso si fa riferimento ai meridiani Wei e i Qiao in maniera dicotomica rispetto a spazio e tempo: in questa idea i Wei controllerebbero gli spazi (yin o yang) e i Qiao i tempi. Ma i Wei sono anche collegati all’invecchiamento, che è un fenomeno temporale.

Allora proviamo a dare una interpretazione più articolata e dialettica verso lo spazio/tempo:

WEI MAI

  • Dal punto di vista degli spazi, sono collegati al tempo presente: ecco perchè si collegano a dolori improvvisi e dolori al cuore, che si occupa del presente. Rappresenta il collegamento spaziale interno esterno, uomo-mondo, microcosmo-macrocosmo, dato in un momento. Per questo i loro punti sono barriere dell’esterno (yang wei) e dell’interno (yin wei)
  • Dal punto di vista del tempo si occupano della struttura dell’uomo, nella linea che va dal passato al futuro, di ciò che si tramanda nelle generazioni e nel corso della vita (fasi della vita). Da qui i cicli del 7 e dell’8, ossia le ferite, le piccole morti (7) e gli ostacoli, i sacrifici (8) da superare. Lo yang wei è in relazione con il futuro (meteoropatia anticipativa) e lo yin wei con il passato (persone ancorate al passato, traumi non risolti)

QIAO MAI

  • Dal punto di vista dello spazio si occupano della struttura dell’uomo, come postura statica (yin qiao) o in movimento (yang qiao). Parte di questa struttura spaziale comprende l’essere uomo o donna, e conseguentemente la lateralizzazione destra-sinistra: la linea del tempo, disegnata nello spazio, corrisponde alla linea destra/sinistra e si relaziona con la lateralità. Per questo i qiao sono utili nelle deviazioni (non a caso sono luo – ossia elementi normalizzatori/compensatori – di du mai e ren mai).
  • Dal punto di vista del tempo, sono collegati al presente: ecco perchè regolano i ritmi giornalieri di sonno-veglia. in questo senso il collegamento interno-esterno, che nei wei è relativo allo spazio, qui è legato al tempo: non più interazione microcosmo-macrocosmo (che è idealimente una direzione alto-basso) ma interazione di tipo luo (orizzontale, sulla terra). Questo si collega al discorso di Yuen sui Qiao e il rapporto con il mondo e con gli altri, un rapporto orizzontale interno/esterno, per cui “il modo in cui io vedo il mondo” è yang qiao e “come io vedo me stesso” è yin qiao.

Autori Di Questo Post :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *