Rimedi casalinghi: ricette facili per problemi diffusi

Evitare l’uso di antipiretici. In caso di aumento della temperatura corporea, soprattutto nel bambino, la produzione di proteine dello shock termico può contribuire al corretto sviluppo del sistema immunitario, in quanto queste proteine contribuiscono alla presentazione degli antigeni. Alcuni collegano l’aumento delle malattie autoimmuni con l’uso degli antipiretici, in quanto in uno studio è stato visto l’insorgere di malattie autoimmuni in una popolazione, a seguito dell’introduzione dell’uso di antipiretici nell’infanzia.

Facendo solo queste tre cose la non dovrebbe durare più di 8 ore, a meno che non ci siano complicazioni (es l’infezione è a carico di SNC). Caso particolare: se il centro è caldo – con – ma le estremità restano fredde, è necessario riscaldare le estremità per evitare il feedback ipotalamico sulla temperatura.

 

– non farlo più di 14 giorni se si fa con frutta o succhi, non farlo più di 40 giorni se si fa con solo acqua

 

PER STIMOLARE IL SISTEMA IMMUNITARIO

Formula immuno-modulatrice:

  • 1 bicchiere di succo di carota
  • 1 ramo di sedano
  • 20 gocce di tintura di propoli
  • 2 g. di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaio di miele d’api

Da assumere 3 volte al giorno in caso di una infezione / abbassamento delle difese immunitarie. Come trattamento preventivo si può assumere un bicchiere al giorno per 5 giorni su 7.

 

PER ACUTA

  • in un bicchiere, 1 dito di succo di limone
  • un po’ di bicarbonato
  • attendere che che diminuisca l’effervescenza, poi aggiungere acqua q.b.

 

PER (contro Helycobacter pilori)

  • 1 cucchiaio di gel di aloe vera (controllare uso alimentare)
  • succo di 2 limoni
  • 3 foglie di piantaggine (togliere la nervatura)

da assumere 1 volta al giorno per 1-2 mesi

Autori Di Questo Post :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *