Quando non capisci che il massaggio funziona (CC)

cambiamento

Essendo un tipo pignolo e spesso autocritico faccio spesso pesare a me stesso ciò che non mi riesce, piuttosto che i risultati per così dire “positivi”. Sto cercando di eliminare dal mio vocabolario i positivi e i negativi, ma ogni tanto rispuntano 🙂
Comunque mi sto rendendo conto che a volte mi capita di sottovalutare l’andamento di un trattamento e di voler troppo presto “cambiare” e fare tentativi differenti prima di aver ben capito se vale la pena proseguire quello che sto facendo. Quindi ecco che mi è capitata una situazione in cui (non sto a ripercorrere il caso specifico) stavo trattando una persona con moxa e martelletto su alcuni punti luo… dopo alcune sedute, nonostante ci fosse stato qualche segnale, non avevo capito che le cose stessero andando davvero meglio (una periartrite notturna molto diminuita e aveva ripreso a dormire dopo un anno un po’ insonne), probabilmente non avevo ascoltato bene, non avevo recepito.

Cambio trattamento, e per una serie di motivi mi rivolgo ai tendino-muscolari. Risultato? peggioramento quasi immediato e.. poi non l’ho più vista.
Peccato, riprendendo il trattamento originale avrei potuto aiutarla. Comunque si dice che gli errori servono di lezione 🙂
Nutro una certa antipatia per chi riporta solo i cosiddetti “successi”, trovo che gli errori abbiano una grande dignità, se fatti non per grossolaneria o spregiudicatezza, ma perchè succede di sbagliare, e ancor più spesso, di credere di poter sapere cosa è “sbagliato” e cosa no…

Autori Di Questo Post :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *